Le pulci erano piccole quando ci siamo stati la prima volta.

Cresciute quando ci siamo tornati, poco fa. Di passaggio la prima volta, come destinazione la seconda.E in due frasi ho detto tutto: vale la pena arrivarci.

Perché questa è la terra del silenzio, dei grandi spazi, degli stagni, dei fenicotteri rosa, dei tori e dei cavalli selvaggi, degli stormi di uccelli migratori.

Incastonata alla foce del Rodano, in Provenza, nella Francia del sud, la Camargue è una terra incontaminata, dove la natura è sovrana.

 Si inizia la scoperta di questo mondo terra-acqua dal minuscolo borgo di Saintes-Maries-de-la-Mer. Un pugno di case basse e bianche, a pochi passi dal mare, dominate dalla chiesa in pietra color ocra che ricorda con le sue spesse e alte mura una fortezza inespugnabile. Leggi altro ›

  • Share on Tumblr
Tag:
Pubblicato in: come viaggiare in auto, Dai sei agli undici anni, Dai tre ai sei anni, Destinazioni Europee, Francia, Hotel e Ristoranti, Tradizione & cultura, Viaggi per tutte le età

AndalusiaIl profumo intenso, penetrante e inebriante delle zagare, dei gelsomini, delle tuberose e delle gardenie che avvolge Siviglia, la capitale andalusa. Ecco il primo ricordo, la prima sensazione di un lungo weekend andaluso con i ragazzi.

Fiori protagonisti indiscussi nei patii ombrosi delle case colorate del Barrio de Santa Cruz (teatro delle spericolate imprese amorose di Don Giovanni raccontate da Mozart nella sua opera omonima).

Leggi altro ›

  • Share on Tumblr
Tag:
Pubblicato in: Dai sei agli undici anni, Destinazioni Europee, Sopra i dodici anni, Spagna, Spagna, Tradizione & cultura, Vacanze Attive, Viaggi in città, Viaggi per tutte le età

 

Quando ho iniziato a scrivere questo blog ho subito pensato che la cosa che meglio so descrivere, quella che amo di piu’, sono gli alberghi.  Pensavo addirittura a un sito di hotels, una sorta di “CdciBe- make your own escape”, qualcosa che raccontasse solo gli hotel provati. Che tracciasse critiche ed elogi, con lo sguardo di chi vive l’ospitalita’ come un lavoro, “il lavoro”.

Io vivrei in albergo.  Mi piace arrivare, studiare l’accoglienza, il sorriso di chi sta in reception, sentire il profumo degli asciugamani puliti e trovarli perfettamente bianchi e stirati, mi piace la totale mancanza di tracce di polvere e mi piacciono le coperte stirate alla perfezione. Alla mattina le torte fatte in casa, la disponibilità del personale a trovare la soluzione iper proteica oppure ipoglicemica. Le chiacchiere con la proprietaria o il direttore. Capire chi ci va, quanto sta, cosa cerca.

Prima o poi aprirò un bed and breakfast. In Provenza. O a Tarifa. Oppure a Camogli, come hanno fatto Fulvio e Mario.

Ho ritrovato tra le foto di quest’anno quelle di Torgnon, Val d’Aosta. Qui la una famiglia, mamma papà e i figli, gestiscono in toto questa bella proprietà alla sommità del paese. Alla mattina ti svegli e trovi la crostata ancora calda e il profumo di brioche appena sfornate. Ti addormenti con il profumo del diffusore d’ambiente (che poi la signora ti regalerà prima di partire), magari un latte caldo per dormire meglio. Ognuno si prodiga a dare consigli per passare giorni felici. Sarà forse vero che in questi ultimi anni il meglio dell’hotellerie italiana si sta sviluppando proprio ad alta quota?

 

  • Share on Tumblr
Pubblicato in: A contatto con la natura, Dai sei agli undici anni, Dai tre ai sei anni, Destinazioni Europee, Italia, Sopra i dodici anni, Sotto i tre anni

C’è un posto che mi è rimasto nel cuore. Tra i cento viaggi fatti e i mille posti visti, questo è rimasto uno di quei luoghi a cui ogni tanto ripensi, come un amico del cuore di quando eri piccolo, o un piatto prelibato assaggiato solo una volta, o un fidanzato del liceo mai più incontrato. Ecco, Tarifa per me è questo.  Insieme vento, caldo, spagna, estate, mare, colori sapori odori del mediterraneo puro, vista sul Marocco. Che ti guarda ogni mattina.

Proprio sulla punta della Spagna, di fronte al Marocco.In una posizione geografica unica,  l’Africa è lì che ti guarda, a meno di 15 chilometri di distanza. E spiagge infinite. Leggi altro ›

  • Share on Tumblr
Pubblicato in: Destinazioni Europee

Vi ho già detto che torno negli USA? destinazione la città dell’eterna primavera.

Ogni mattina di quattro anni fa, quando mi e’ stato regalato un viaggio proprio qui, mi son chiesta  perché non abitassi proprio qui. In una casetta di Coronado. O di la Jolla.

Mi riferisco a San Diego, qui dove gli Stati Uniti tendono prepotenti verso il Messico. Una città di frontiera. Protesa verso la tierra mexicana, e che profuma di mare, chili, tortillas. Leggi altro ›

  • Share on Tumblr
Tag: ,
Pubblicato in: Nord America, Sopra i dodici anni, Viaggi in città, West Coast
Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
la guida di mammamiporti

Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo