IMG_4604L’aereo l’ho prenotato sette mesi in anticipo, tanto la certezza del weekend del mio compleanno c’era.

L’albergo solo qualche notte prima, tanto l’imbarazzo della scelta e la speranza dei saldi last minute erano certi.

Siamo quindi arrivati a Londra, bagagli (a mano) e zaini in spalla, la mattina dello scorso venerdì. Una bellissima giornata di sole su Gatwick. Gelida anche.

Londra l’ho girata in lungo e in largo con i bambini e avevo deciso di provare a viverla non da turista ma seguendo le colonne di articoli ritagliati e libri stropicciati e pasticciati. Rigorosamente inglesi.

E così il 9 aprile mi sono concessa una giornata london lifestyle in Shoreditch, sosta agli Spitalfieds market, buonissima pizza da Pizza East e shopping serale a Kingston upon Thames.

Un giro nell’East della città,  la capitale della creatività. E delle molte «tribù » di creativi che ora popolano l’East, quella degli artisti è stata di certo la prima. Ho cominciato da Broadway market con il suo mercato del sabato, la sua musica di strada, le sdraio al tiepido sole. Una sosta per “grab a coffee” e via fino su, ai London Fields e agli Arches con le panetterie e le gallerie d’arte sotto i binari del treno.

La pizza più buona ( da compleanno)? a East Pizza, nella vecchia casa de tè, a dieci minuti a piedi dagli Spitalfield Market.

Negozi, colore, profumi, gente, cultura ed evoluzione.

Una Londra inusuale, che mi ha fatto sospirare per questa città per la prima volta.

 

 

  • Share on Tumblr

Leggi anche:

Tag: , ,
Pubblicato in: Destinazioni Europee, Gran Bretagna, Sopra i dodici anni, Viaggi in città

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo