Domani, ho scoperto, è la festa della mamma. Cioè, a dire il vero lo sapevo che era in maggio, ma proprio il 12 mi mancava. Non che sia mai stata abituata a festeggiare la festa della mamma, o quella del papà, ancor meno quella dei nonni (che pur avrei voluto da piccola). Come si dice sempre, meglio una torta chessò per festeggiare il 2 dicembre, anzichè il preformato prestilato preinfornato pasticcino a cuore del giorno creato ad hoc.

Fatto sta, mi chiedevo: ma io cosa vorrei per la festa della mamma?

Un regalo per del tempo insieme, a lui pulce 1 e a lei pulce 2 e a loro insieme la famiglia desiderata sospirata e amata.

Un viaggio, perchè è sempre per me l’unico regalo che conta.

Per noi femmine, sceglierei un weekend a Parigi sotto Natale, oppure tornare in Versilia, o infine LA. Solo noi due a camminare, cercare i posti più divertenti, i negozi più nuovi. Ore a scegliere l’hotel, la strada, il posto più cool (ops, goop).

Per noi pulce M1 e me stessa, invece, un camp estivo a New York di cooking (masterchef per intenderci, Hoboken per essere ancora più precisi), oppure finalmente l’inarrivabile Tibet, o più vicino il trenino del Bernina, da Chiavenna (dove un piccolo gene gli è stato decenni fa d’origine) a Saint Moritz.

Per noi insieme 3 viaggi, che desidero fare, e che sogno: l’Oceano Pacifico a vela passando anche per Pitcairn, la Patagonia a Natale e Capodanno, tornare alle Hawaii.

Ma poi, basta guardare la foto, che ho rintracciato negli archivi. E scoprire che basta svegliarsi insieme in un’alba che sorge e scoprire di poter camminare sulla sabbia bagnata abbracciandosi e in quell’attimo sentire che sta tutto lì, il giorno della mamma.

E poi, alla mia di mamma, vorrei dire auguri. Ovunque tu sia.

  • Share on Tumblr

Leggi anche:

Pubblicato in: Destinazioni Europee

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo