in partenza! evviva! ancora!

  • D: Quali sono le fasce d’età che determinano diversi tipi di viaggio?
  • R: sicuramente si può viaggiare anche quando i figli sono piccolissimi. Nulla è vietato. Solo qualche attenzione più è richiesta per far sì che il viaggio non diventi un incubo. Innanzitutto evitare i Paesi non sicuri da un punto di vista della salute. Poi considerare che un viaggio itinerante potrebbe essere complicato in quanto a bagaglio da trasportare. (Ho visto però in Messico anni fa, sulla costa Pacifica, nemmeno nello Yucatan x-tra turistico, famiglie americane con neonati a seguito in camper. E’ tutta questione di stili e desideri!)
  • D: Qual è l’età più impegnativa?
  • R: non ho dubbi a proposito: quella in cui i bambini camminano, sono curiosi, ma pericolosi, difficili con i cibi (ma senza la comodità del latte) e ancora con il pannolino. Quindi nella fascia 11 mesi – 3 anni… aiuto! Credo di non far male a dire che effettivamente in questa fase un villaggio con miniclub oppure un resort con baby sitting oppure ancora una casa in affitto in un posto tranquillo, aiutano a far sì che la vacanza sia tale anche per mamme e papà.
  • D: Esistono dei modi per risparmiare sul viaggio anche quando non si è più in due?
  • R: Ci sono due alternative opposte: il prenota prima e il last minute. Se siete di quei genitori amanti del self made e dei viaggi inventati, allora senza dubbio proverei a bloccare i voli anche sei-sette mesi prima. E poi dedicarsi al resto (hotel, itinerari, rent a car…). Se invece preferite gli all inclusive, valutate le due ipotesi. Diversi operatori (come Alpitour, ma anche Club Med, e i top family) prevedono tariffe molto scontate sul “prenota prima”, e una bella assicurazione di viaggio vi protegge in caso di disdetta (anche in caso di annullamento all’ultimo, si sa la prudenza non è mai troppa…e quante febbri last second mi sono capitate). Non ho mai provato i last minute, forse perché voglio sempre scegliere i dettagli del viaggio che faccio, però effettivamente se il marito non sa quando ha le ferie, voi avete paura dell’otite dell’ultimo momento, e in fondo che siano Canarie o Baleari non vi interessa più di tanto, questa è un’ottima chance.
  • D: Qual è la valigia ideale?
  • R: Ovviamente dipende dalla destinazione. Dò solo qualche consiglio di base.
  1. Fate un elenco delle cose man mano che vi vengono in mente (lasciatelo in cucina, che sicuramente ce l’avrete sottomano più volte al giorno);
  2. Privilegiate indumenti chiari e che necessitano poco stiro, difficilmente non troverete ovunque voi siate una lavanderia a gettoni per rinfrescare le cose;
  3. Pensate che quasi sicuramente sul luogo potrete trovare quel che cercate, quindi non partite con 800 bagagli e la casa con voi (anche perchè potreste rimpiangere il fatto di non stare a casa in questo modo…);
  4. Una borsa delle medicine da pronto soccorso (sono 6 cose che non devono mai mancare : un Antibiotico, un Antipiretico, un Antistaminico, un Cortisonico, dei Cerotti, un disinfettante);
  5. Per i più piccoli una borsa per il cambio (ma l’esperienza mi insegna che viaggiare con un cambio anche per i più grandi non è sbagliato);
  6. Dividete il bagaglio di modo che ciascuna valigia contenga un po’ tutto di tutti (innanzitutto se vi perdono la valigia in viaggio uno di voi non dovrà ricomprare tutto, poi potreste anche decidere di fare le valigie “a settimane” così se il vostro viaggio è itinerante evitereste ogni volta di dover aprire e richiudere tutto).
  • D: Come scegliere dove dormire?
  • R: A seconda di budget, destinazione, età delle pulci, voglia di totale relax o necessità al contrario di spazio, ma anche durata della vacanza,  potrete scegliere tra hotel, casa, campeggio. Per i primi consiglio sempre di guardare online le varie offerte dei vari motori di ricerca (Booking, Hotels, Tripadvisor, e ovviamente Trivago), affiancati dai giudizi online degli utenti. Confrontare leggere chiedere. Per le case per esempio potrete controllare il sito di Casamundo specializzato in case in Italia, Europa e Nord America

Nella sezione La salute in viaggio poi potrete trovare invece domande delle mamme e risposte del nostro pediatra. Sono le domande che inizialmente facevo io ogni volta che mi avvicinavo a un viaggio. Nel corso del tempo le ho raccolte qua e là, amiche lettrici parenti… credo che siano esaurienti. Ovviamente se avete domande o questioni non risolte, potete scrivermi  e aumenteremo la parte dedicata a questa sezione (che piace un sacco alle mamme, primo o poi ci si cade tutte in questo disastro medico – cosafacciosedomanihalafebbreeiosonoalondrachenonmidannogliantibiotici?)

viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo