Vi chiedete mai perche’ vi trovate in un certo posto in un certo momento?

Momento:
Ore 18.30 dell’ultimo giorno feriale prima del ponte dell’Immacolata.

Posto:
Accesso, desiderato accesso, all’autostrada da Milano ad Aosta.

E’ in questi momenti e in questi posti che mi giungono chiare alcune (delle rare, rarissime) certezze:
– non voglio una casa in montagna
– non voglio mettermi in coda per andare in vacanza
– tantomeno per un weekend
– tanto meno in un posto che gia’ conosco
– non voglio più’ uscire da milano in macchina prima di un ponte

E per metterla in positivo:
– Milano e’ adorabile quando e’ vuota
– si va al cinema senza far la fila
– si puo’ poltrire a letto, alzarsi tardi, prendere il giornale, passeggiare in centro o nel parco
Per il ponte poi, io che scrivo ovunque di mercatini di Natale (ma quanti ce ne sono?):
– ma scusate la fiera degli oh bei oh bei non vale di meno!

Mentre scrivo abbiamo finalmente guadagnato l’autostrada.

Ora, considerato che normalmente un qualsiasi navigatore conteggia 2 ore da milano a pont st martin (primo casello dopo la deviazione dalla milano – torino), vorra’ forse dire che ci impieghiamo quelle belle 4 ore per arrivare a torgnon?

 

PS: pubblico, per motivi tecnici, questo post il lunedì mattina. Confermo il tutto. Anche eprchè il rientro della domenica sera è stato peggio (4 ore e 30 per l’esattezza). Follia comune.

  • Share on Tumblr

Leggi anche:

Pubblicato in: Dai sei agli undici anni, Dai tre ai sei anni, Italia, Lo sapevi che..., Sopra i dodici anni, Sotto i tre anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo