Scusa. Scusa perché ho sbagliato. Disarmante. Quanto raro. Ricordate il viaggio di rientro dagli Usa? Dodici ore da Los Angeles a Zurigo. Swiss. Per noi che viviamo in Italia sinonimo di puntualità, efficienza, pulizia, serietà. È così era stato. Se non per quell'odioso e represso stewart che probabilmente si era stancato di fare quella professione, e che a ogni occasione cercava, riuscendoci, di essere scortese. Con la pulce, che tardava a scegliere la brioche. Con me, che armeggiavo con la tendina dell' aereo, con la pulce, che non riusciva a sdraiarsi, con me, che non riuscivo ad addormentarmi. Fatto sta che tornati alla base, ho deciso di entrare sul sito della Swiss e segnalare la cosa. Evviva le scuse. Nero su bianco. Eccole. Sembrerà poco, ma non è' così.

 

  • Share on Tumblr

Leggi anche:

Pubblicato in: Lo sapevi che...
Un commento su “Evviva, le scuse
  1. atrent ha detto:

    caspita, tanto di cappello, esistono aziende italiane (non solo nel campo dei viaggi) che farebbero altrettanto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo