La vista da quassù e' incomparabile. E la scritta Hollywood a pochi metri. Questo e' uno di quei momenti in cui mi dico che faccio bene a scrivere di viaggi, e dei miei viaggi. Si, perchè non e' ne' scontato arrivare qui ne' esattamente dietro l'angolo (non dico quello di casa a Milano, ma nemmeno quello dell'albergo di Santa Monica da dove partivo). Dotati di una simpatica mappa per le case vip (pare sia il must da fare in una vacanza a LA), riusciamo a individuare un percorso tortuoso che porti fin lassù, dove le le grandi lettere bianche sovrastano la città. Ville e casette (un po' sembra la Liguria, con gli oleandri e le buganvillea, con le strade strette e in salita, dove ci passi solo in un senso e poi qui le macchine sono tutte fuori misura), fino a lassù. Da Hollywood Boulevard, su fino alla Beachwood Road. Quando d'improvviso vedi le 9 lettere vicine a te. Il cartello intima di non avvicinarsi e che la strada non e' percorribile, nemmeno a piedi. Ma la vista da qui premia la fatica. Anche se ci si deve fermare prima. Nota di colore: qualche italiano e qualche francese che si avventurava comunque sulla salita, qualche ragazza sovrappeso ansimante per lo sforzo, tutti quelli che arrivavano fin qui armati di macchine fotografiche e un sorriso di sorpresa per essere arrivati così vicino a uno dei posti piu' fotografati al mondo.

 

  • Share on Tumblr

Leggi anche:

Pubblicato in: Dai sei agli undici anni, Lo sapevi che..., Nord America, Sopra i dodici anni, West Coast

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo