PamalicanAfterLiftOffPer me esiste ed è lunghissima. Come forse tutti i desideri, una lista infinita. Aiuto, poco da yoga.

Ecco qui un elenco già ovviamente selezionato, dei primi dieci viaggetti che desidero mettere in calendario, sono degli spunti, che vorrei approfondire.

 

Uno

Viaggiare sull’Amanikan la barca tradizionale riservata agli ospiti del Amanwana Resort sull’isola di Moyo, a est di Bali. Una fuga dalla civiltà in una natura incontaminata.

Due

Addormentarsi guardando le stelle dalla finestra proprio sopra il letto al letto, in Namibia, al Wolwedans Boulder Camp. I Safari? qui si fanno anche in mongolfiera e cessna.

Tre

Ritagliarsi due settimane di tempo per un viaggio in treno da Mumbai al Rajasthan sul Deccan Odyssey, per sentirsi un marahja con il proprio valet personale per l’intera durata del viaggio

Quattro

Frequentare un workshop di fotografia per catturare ogni attimo e ogni sguardo di un viaggio. Meglio se con i fotografi del National Geographic

Cinque

(Lo so è una fissazione ma vorrei proprio frequentare)  uno yoga retreat super intensivo al Miami Life Center di Kino Mc Gregor, una delle personalità mondiali dello yoga, allieva dei maggiori guru: 4500 dollari per una full immersion di 3 settimane e l’ashtanga sarà per sempre una pratica quotidiana

Sei

Voler assaggiare la piastrella di farina di malto nocciole e birra nel miglior ristorante del mondo. Prenotazione obbligatoria, mettendosi in lista d’attesa mesi prima. A Copenhagen, al Noma.

Sette

Scoprire “the sense of total well being” il sesto senso dei resort di lusso Six Seneses. Un massaggio alla spa di Laamu? Un’esperienza quasi mistica

Otto

Selezionare tra i più dei 50 menu della Singapore Airlines (il libro che ha pubblicato, Above and beyond, è curato dagli chef che seguono il menu, tra cui Gordon Ramsey). Con il servizio book the cook ora si ordina il proprio piatto prima del decollo online

Nove

Degustare una delle 300 etichette top di vino nella città del lusso più sfrenato: destinazione l’Oenowine bar del Westin Dubai

Dieci

Riuscire a essere nella lista di quei pochi eletti raffinati buongustai invitati all’Hotel du Marc, a Reims, di proprietà della maison Veuve Cliquot

Chi mi dice la sua?

  • Share on Tumblr

Leggi anche:

Tag: ,
Pubblicato in: I posti delle favole, Lo sapevi che...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo