Villa_villekulla

 

Ho scoperto che la storia di Pippi Calzelunghe rivive nel museo Junibacken, sull’isola di Djurgarden, non lontana da Stoccolma.

A un’ora di volo poi da Stoccolma si atterra a Visby, borgo medievale sull’isola di Gotlkand, dove nel 1969 e 1970 è stato girato il mitico telefilm.

Se andate in questi mesi non date retta a chi vi dice che: 1) la Svezia è cara; con gli aumenti che abbiamo subito noi negli ultimi due anni siamo andati a pari; 2) Alle 7 non c’è più nessuno in giro e non servono più da mangiare; in realtà alle 23 è ancora giorno (e alle 2 di notte il sole sorge) e i ristoranti lavorano a ritmo serrato dalle 17 fino a non si sa quando; 3) la sera fa freddo, portatevi il maglione; non è mai sera, almeno a luglio c’è un’ora di notte. Forse è la cosa più affascinante, le giornate estive che non finiscono mai.

Pippi Calzelunghe è il personaggio letterario più conosciuto di Astrid Lindgren, famosa scrittrice svedese di libri per l’infanzia, in onore della quale nel 2002 la Svezia ha istituito un premio di circa 540.000 euro per la letteratura per bambini e per ragazzi.

Pippi vive da sola a Villa Villacolle alla facciaccia di tutti, soprattutto a quella dei suoi vicini, due gemellini obbedienti e diligenti, che però non hanno il becco d’un quattrino e devono tornare a casa da mammeta. L’ordine costituito prova a più riprese a infilarla in un orfanotrofio, ma la nostra semplicemente non ci va. Ha un cavallo e una scimmia che ogni tanto solleva così a caso per far vedere quanto è muscolosa e ganza, e mangia un sacco di schifezze.

Come nascono poi tutte le storie più belle, le vicende di Pippi erano raccontate da Astrid Lindgren alla figlia prima di addormentarsi. Una volta che si era rotta una gamba e si annoiava a casa, la nostra Astrid decise di raccogliere tutte le storie di Pippi e di farne un libro, lo propose qua e là, e nel ’45 il libro venne pubblicato (e poi nel tempo tradotto in un centinaio di lingue).

  • Share on Tumblr

Leggi anche:

Tag: ,
Pubblicato in: Dai sei agli undici anni, Dai tre ai sei anni, Destinazioni Europee, I posti delle favole, Svezia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo