Allora, diciamolo subito.

Chi mi chiede cosa vorrei mangiare in fin di vita sa che la risposta è: la focaccia di Camogli. Nel senso che la mangerei proprio tutti i giorni, proprio a tutti i pasti. Se proprio non fosse un disastro per la linea.

Opzione due: anche prima della fin di vita, possiamo tornarci almeno una volta all’anno.

Qui ho qualche foto modello ventenne con radio sulla spalla e serate al Covo di Santa Margherita. Qui son tornata modello pancia a punta, dieci chili sopra, un pargolo e poi due da coccolare nutrire osservare sorvegliare.

Qui ho girato tutto, ma proprio tutto. Continua qui

Camogli, la spiaggia e la passeggiata

Camogli, la spiaggia e la passeggiata

  • Share on Tumblr

Leggi anche:

Pubblicato in: Italia, Le meraviglie del mare e degli abissi, Peccati di gola (food and travel)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo