• A Roma insieme ai bambini. Scale, fontane e…gelati

    Inventiamoci una Roma diversa, insieme. Uno. Scalini e fontane Un itinerario tra le mille scalinate di Roma: contiamo davvero quanti scalini facciamo in un giorno! Da Piazza di Spagna a Trinità dei Monti sono davvero 135? E quanto ci impiegamo a percorrerli? Contiamo quelli della scalinata di San Giovanni in Laterano (mamme e papà, avete visto La Grande Bellezza, vero?), o quelli della scalinata al Campidoglio e verso la basilica di Santa Maria in Aracoeli? E che ne dite di confrontare quelli dei Musei Vaticani con la salita dei Borgia nel Rione Monti? E se siamo un po’ stanchi… proviamo anche le mille ... Leggi il resto
  • Con i bambini in montagna: destinazione Torgnon

    C’è una casa di montagna, proprio lassù, a 1.700 metri. Guarda tutta la valle, la domina. Qui abita Catia Perrin, con la famiglia, il marito e i quattro figli. Qui si sono inventati il Caprice des Neiges. Chi mi legge sa che: 1. Amo gli hotel, ma proprio al livello che ne vorrei uno tutto mio; 2. Li amo così tanto che difficilmente me ne innamoro (trovo sempre qualche difetto), tantomeno ne parlo nel dettaglio come destinazione (spesso, invece, come accessorio di una vacanza). Faccio volentieri un’eccezione per questo caso, perché è speciale. Siamo a Torgnon, in Val d’Aosta. Fuori la natura e lo sport: una valle aperta, ... Leggi il resto
  • Sciare con i bambini? A Crans Montana. Low cost Vip destination.

    La neve imbianca le Alpi. Le giornate si allungano.  Le offerte per un weekend all’insegna di sci, sole e relax si moltiplicano. Il momento ideale per scegliere Crans-Montana. La Svizzera più chic e stylish, quella inavvicinabile a Natale e Capodanno. Per capirci, scelta da Roger Moore come sua residenza stabile.  O dai Sarkozy per la settimana bianca. Ma anche meta “ski & fun” dei reali inglesi (che preferisco in genere l’altrettanto elvetica Klosters. Ma William qui ci ha passato un capodanno memorabile qualche anno fa). A buona ragione nella top ten delle migliori destinazioni vip per sciare. E decisamente low cost, solo adesso. Qui ... Leggi il resto
  • Scuola di cucina per bambini: ed è cheesecake

    Alzi la mano chi non sa ancora della mia passione per la cheesecake. E per New York. Ecco allora una ricetta di cheesecake newyorkchese per trasformare una festa di compleanno in una showcooking lesson (vale il viceversa). Obiettivo: compleanno Età: 10 anni Amiche: 4, compagne di classe Dove: a casa, dopo la scuola Quando: un venerdì sera La festa comprende: –   la mamma all’uscita della scuola –   la spesa insieme alle amiche –   la divisa comune (può essere anche una canottiera bianca, uguale per tutte. Ma la cosa più carina sarebbe creare qualche giorno prima una maglietta personalizzata). –   la torta fatta insieme –   un pigiama party (opzionale) con video preferito, sacco a ... Leggi il resto
  • Parma con i bambini. Facile, vicina, golosa

    Andare a Parma per me è andare a casa. Faccio fatica a descriverla come vacanza, però se ci penso mi accorgo che è davvero perfetta: colta, elegante, poliedrica, gustosa, musicale, e poi (che non guasta) facile vicina simpatica calorosa. (Sarò di parte?) Per esempio: prendete un weekend di questo mese e dedicatelo alla scoperta di questa città. Continua qui.     Leggi il resto
  • A Parigi per un hamburger perfetto!

    Hamburger a Parigi? Siete proprio sicuri? Non che io ami gli hamburger alla follia. Anzi, ogni giorno mi chiedo come diventare vegana… (mi blocca la pizza con doppia bufala…). Però se devo ricordarmi di un hamburger mitico mi ricordo di Parigi. E parlo di almeno un lustro fa, da piccola, in visita per la prima volta a Parigi, con i miei nonni. Tornata con i bambini, evviva, ci siamo dedicati al tema: hamburger en France! Ecco la nostra selezione. Da non divulgare troppo.   RISTORANTI A PARIGI IN CUI MANGIARE UN OTTIMO HAMBURGER Intanto i ristoranti “on the road”, sì si tratta proprio di camioncini che girano ... Leggi il resto
  • Un giorno a Genova

    Ieri son dovuta andare a Genova. A7 libera, musica a tutto volume (confesso di aver sentito anche Violetta, che era già nel porta cd della macchina; per fortuna mi sono rinfrescata anima e ragione cambiandolo con Bankie Banx), una sosta per caffè e cornetto all’autogrill di Serravalle. Peccato per la pioggerella che e’scesa costante e lieve per tutto il viaggio. Fino a Bolzaneto. Poi il sole che rompeva le nuvole, il vento che soffiava sugli aerei che atterravano vicino al porto, l’aria e la vista del mare. Come ritemprarsi dal grigio della città. A volte basta davvero poco, pensavo. Ritagliarsi uno spazio per se, ... Leggi il resto
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo