Le Camion qui Fume

Hamburger a Parigi? Siete proprio sicuri?

Non che io ami gli hamburger alla follia. Anzi, ogni giorno mi chiedo come diventare vegana… (mi blocca la pizza con doppia bufala…).

Però se devo ricordarmi di un hamburger mitico mi ricordo di Parigi. E parlo di almeno un lustro fa, da piccola, in visita per la prima volta a Parigi, con i miei nonni.

Tornata con i bambini, evviva, ci siamo dedicati al tema: hamburger en France!

Ecco la nostra selezione. Da non divulgare troppo.

 

RISTORANTI A PARIGI IN CUI MANGIARE UN OTTIMO HAMBURGER

Intanto i ristoranti “on the road”, sì si tratta proprio di camioncini che girano per la città. Online si può guardare dove andare a cercarli quel giorno lì o in settimana.

Due su tutti:

Il Camion qui fume: si va sul sito, si guarda dove trovarlo, lo si raggiunge. Anche divertente.

Stesso concept per la Cantine California, “Parisian Street Food” è il suo payoff. Jordan Feilders, americano-canadese sposato con una francese, si è inventato questo concept che unisce da un lato l’attenzione al prodotto (certificato e biologico) alla tradizione dello “street food” tipicamente americana.

Per chi si sente più stanziale qualche nota:

–   Al 44, rue d’Argout, nel II, al Blend Hamburger. Proprio vicino alla Borsa di Parigi, fate un po’ di fila e gustate un super hamburger (nota: gli hamburger sono serviti tagliati in due, per condividerli con il vostro compagno di pranzo. Il che con i ragazzi è divertente e carino-anche educativo).

–   E poi Big Fernand, al 55 rue du Faubourg Poissonniere, 75009 . Cercate la coda sulla strada, qui si mangiano ottimi e abbondanti hamburger, ovviamente corredati di patatine fritte comme il faut (che qui si chiamano romanticamente le fernandines!)

–   Al 50 di Rue du Faubourg Saint Denis, nel X°, il Paris-New York. Il quartiere non è granchè, ma se avrete voglia di avventurarvi fin qui sarete ricompensati.

A chiusura, una piccola chicca milanese: Trita, in piazzale XXIV maggio. Da provare.

Tailor made burgers con un format semplice: un piccolo punto take away con pochi sgabelli d’appoggio. 
L’hamburger è realizzato su misura, si sceglie tra 4 tipi di carne (Bufalo campano, limousine padana, Black angus irlandese e il famoso wagyu di origine giapponese) tritata al momento, preparata in due tipologie  di porzioni (per chi ha fame e per chi ha molta fame). Si sceglie anche il tipo di pane (al sesamo, ai semi di papavero oppure pane bianco)e anche i condimenti.

 

  • Share on Tumblr

Leggi anche:

Pubblicato in: Dai sei agli undici anni, Francia, Peccati di gola (food and travel), Ristoranti per bambini, Sopra i dodici anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo