Felici le femminucce, meno i maschietti. Questo il sunto sintetico della giornata di oggi. Tempo cupo e grigio, temperatura ideale (niente a che vedere con quel che viene segnalato dall'Italia, 25 gradi durante la giornata, shorts e maglietta e qualche volta la voglia di una felpa). Si torna a casa tra poco, qualche regalino bisogna portarlo. Destinazione La Jolla, tempio di negozi di ogni tipo. Una Forte dei Marmi americana. Dalle cup cakes (al bar “cup”, bellissimo e pluripremiato) con espresso perfetto (e shorts con scritto CUP) al salto (prolungato) da Victoria's Secrets, con svaligiamento totale delle mini scatoline a forma di cuore e selezione di profumi ed essenza per il corpo, al negozio di souvenirs che più non si puo': t-shirts Life Guards, tazze e adesivi California, targhe automobilistiche trasformate in borsette. Qui non ne usciamo vive, o meglio il portafoglio sta soffrendo parecchio. La Jolla e' il posto ideale per le mamme che vogliono fermarsi un mese negli States con figli di ogni età al seguito. Le spiagge di Torrey Pines, a breve distanza, sono uno spettacolo della natura. Selvagge, lunghe, naturali. La città e' piena di servizi di ogni genere, e di resort di ogni categoria (piuttosto alta la media), di librerie, ristoranti, caffè, gioiellerie, scuole di inglese. Perchè questa potrebbe essere una destinazione perfetta per chi al soggiorno mare volesse unire un soggiorno studio. Con mamma. O mamma e papà al seguito. Ca va sans dire.

 

  • Share on Tumblr

Leggi anche:

Pubblicato in: Dai sei agli undici anni, Dai tre ai sei anni, Nord America, Peccati di gola (food and travel), Sopra i dodici anni, Sotto i tre anni, Vacanze shopping, West Coast
3 commenti su “Shopping in La Jolla. Felici le F. Meno i M.
  1. Laura ha detto:

    Ciao Cecilia, sto seguendo il tuo tour per l’America in famiglia, e siccome mi piacerebbe farlo l’anno prossimo con mio marito e i miei bambini (Mattia di 7 e Federico di 11 anni) volevo chiederti se i tuoi bambini hanno avuto difficoltà ad adattarsi al fuso orario e nei vari spostamenti.
    Grazie!
    Laura
    Complimenti per il tour!!!

    • Cecilia ha detto:

      Ciao Laura, grazie per seguirmi. Sia il fuso che gli spostamenti per i bambini non sono grossi problemi. Al fuso in due o tre giorni ci si adatta. Per quanto riguarda gli spostamenti, i più noiosi per loro sono quelli in macchina. Ma e’ anche vero che proprio con la macchina ci si puo’ fermare dove si vuole, fare soste, escursioni, insomma prendersi il tempo che si desidera. Considera poi che a mio parere spesso e volentieri e’ l’unico mezzo per scegliere fino in fondo dove andare e cosa vedere. Fammi sapere che tour pensavi di fare e con piacere possiamo parlarne. Per ora buono studio (del viaggio!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo