• Nel paese di Babbo Natale. Ora è il momento perfetto

     Un po’ come Disneyland, ma vera. Perché qui il parco divertimenti è la destinazione stessa: neve, renne, igloo, alberghi di ghiaccio. E, soprattutto, Babbo Natale in persona. Intorno il paesaggio finlandese, immobile e silenzioso. Le luci che illuminano bianche gli abeti innevati, la musica di sottofondo dei jingle bells e silent night. Non che non faccia freddo, freddissimo. Si devono preventivare meno dieci gradi (se va bene), meno trenta (se va male). Però vestiti bene, dimenticandosi tacchi e minidress e accogliendo senza fiatare le (tutt’altro che seducenti) tutone-termiche distribuite negli alberghi, si riesce a sopportarlo, anzi a goderselo, pungente e secco. Non che ... Leggi il resto
  • La montagna (vera) per tutti

    La montagna è di tutti e per tutti. Perché non approfittare di questo periodo, della fine dell’estate-inizio dell’autunno, per dormire in un rifugio d’alta montagna? Certo, con mamma e papà, zaino in spalla, occhiali da sole, crema ad altissima protezione, giacca a vento e scarpe da trekking, si può arrivare (e dormire) dappertutto. Scegliete per esempio il Monte Rosa, e il rifugio Zamboni-Zappa. Come diventare provetti alpinisti? Basta aver compiuto almeno 14 anni, e iniziare un corso proprio qui. Se no seguite (e fotografate) i fratelli maggiori mentre salgono le prime pareti. Tutto intorno a voi un grande prato e l’alpeggio. E la magia ... Leggi il resto
  • Crans Montana, weekend di sci e sole

    Quando ero piccola la mia famiglia aveva un appartamento qui e i miei fratelli più piccini ci passavano settimane e mesi. Qui ho imparato a sciare. Qui ho fatto la mia prima vacanza da fidanzata. E qui sono tornata 25 anni dopo, moltiplicata! (eh sì mi sono fidanzata molto presto, ma queste sono le piccole soddisfazioni della vota: tornare qui insieme dà un certo senso di buona pagella). Un weekend all’insegna della Pasqua (e del cioccolato svizzero), dello sci e degli amici. A onor del vero ci ero tornata incinta e con i bambini piccoli. Perché è un posto speciale, bello in estate ... Leggi il resto
  • In alta quota, rifugi di montagna

    La montagna è di tutti e per tutti. Perché non approfittarne per dormire in un rifugio d’alta montagna? Certo, con mamma e papà, zaino in spalla, occhiali da sole, crema ad altissima protezione, giacca a vento e scarpe da trekking, o sci ai piedi e ramponi per i più espeeti ed avventurosi, si può arrivare (e dormire) dappertutto. L’obiettivo è salire fino a quasi 3000 metri, sul monte Cristallo, fino al rifugio Lorenzi. Per arrivare si prendono dei bidoncini colorati(ssimi) che salgano lentamente sul ghiaione e che valgono da soli il viaggio. Quando da lassù si scatta una foto, sembra di ... Leggi il resto
  • Yoga every day! (parte 1 – Italia)

    Hatha, vinyasa, iyengar, ashtanga, pranayama e kirtan. Se questi nomi fanno già parte del vostro vocabolario ecco che un viaggio in cerca dello yoga retreat migliore o del maestro yoga che è una vita che cercate di incontrare non vi parrà strano. Se invece siete ancora fuori da questa malattia, sappiate che il rischio di venirne contagiate è altissimo scegliendo una vacanza destinazione yoga-full-time. Sì perché lo yoga è così, non è fare uno sport, ma è abbracciare e respirare una precisa e unica filosofia di vita e di benessere. Rispetto a 15 anni fa è più che triplicato il numero ... Leggi il resto
  • Gressoney, alta quota: al rifugio Capriata

    Ebbene sì, pulce uno (che ormai ha raggiunto e superato il metro e ottanta di altezza) ha avuto un ulteriore momento di soddisfazione quando nel weekend appena passato abbiamo potuto finalmente scoprire un’altra delle meraviglie di Gressoney: il rifugio Capriata. Chi legge il suo blog ha già potuto scoprire che dopo qualche anno di stop (chissà poi perchè, faceva intendere il maestro di sci che erano problemi familiari e regionali insieme), con il rifugio pronto ma fermo, è arrivata la tanto attesa svolta: il progetto ecosostenibile tanto anelato è aperto (e chi si chiedeva perchè mai da quelle parti non ci fosse nemmeno ... Leggi il resto
  • Yoga 3: India e lontano lontano (ma ne vale la pena)

    Tra l’Himalaya e il Gange, si vive come ai tempi dei maharaja. Gli insegnanti vengono dalla vicina Rishikesh, patria dello yoga. Siamo all’Ananda Spa. La meditazione e lo yoga si praticano almeno due volte al giorno, si assaggiano solo cibi biologici, ci si fa spargere olio caldo sulla fronte, e si provano i massaggi all’olio di sesamo, così come gli infusi allo zenzero. Un must? la disintossicazione yogica o il pacchetto “gestione dello stress” per un’immersione di benessere. Siamo a Narendranagar, a 260 km da Nuova Delhi, che si raggiunge in 5 ore di treno (ma sono previsti anche transfer ... Leggi il resto
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo