Grandi e piccini, vip a Cannes

 

E’ la promenade, “il posto”, uno dei più eleganti viali del mondo: qui in tempo di festival si incontra ogni genere di persona, dai fan in cerca di autografi, ad aspiranti starlette, da ricche signore ingioiellate a turisti e curiosi. A loro, le celebrities.

Chi non conosce La Croisette? Un nome, un viale, un luogo. Cannes

 Il festival del cinema di maggio, la fa brillare come una stella, ancor di più. Un momento perfetto per visitarla: aria d’estate, un weekend all’insegna di cinema e relax, la Cote d’Azure al massimo del suo splendore.

Due posti: Hotel Martinez (per chi non si vuole allontanare nemmeno di qualche centinaio di metri) ed Eden Roc. Direttamente sula Croisette il primo, un albergo d’altri tempi, come dimensioni della struttura (grande), arredi (antichi), camere (piuttosto piccole). Quando si entra mai nessuno si dimentica il tuo nome e nemmeno un sorriso. D’altri tempi anche questo. Eden Roc, stessa classe, altro scorcio (quello di Cap d’Antibes), altrettanto sublime! Ma se al Martinez, a ben cercare, si riescono a toccare i 250 euro a camera per l’Eden Roc dimenticatevi di scendere sotto i 500.

Perché allora non provare un bed &breakfast (chambres d’hotes da queste parti) dal romantico nome Bisou, con meno di 60 euro (giuro) si dorme in due, nel centro della città, nascosto tra le vecchie case di Suquet, il vecchio borgo inerpicato sulle colline, come per magia ci si sveglia senza traffico.

Sulla strada del vip-watching fatevi tentare da due posti, low cost e molto bella-vita-italian-style, il primo si chiama Paparazzi Pizza (il nome è una promessa), il secondo Il Viaggio (il nome vi assomiglia: siete o non siete esattamente italiani i vacanza?). Tiramisù, pasta alla norma, pizza. Non ci sono scuse, il conto è sotto i 30 euro.

I protagonisti del Festival prediligono laLa Palme d’Or, dello chef Christian Sinicropi (due stelle Michelin). Oppure sull’altro lato della Croisette, in riva al mare, lo ZPlage, feste sulla spiaggia e aperitivi pieds dans l’eau.

Ovviamente mettetevi davanti al Palais del Festival. Con cinque auditorium da 150 a 2.300 posti, 40 sale, 35mila metri quadrati di spazi espositivi e terrazze infinite questo è il vero e proprio “campo base”. Tutte le celebrità non si perdono per nessun motivo al mondo la salita dei gradini ricoperti di rosso, il rito più importante della manifestazione, alle 19,30 e 22,30 di ogni sera. Regista, produttore e i due attori principali del film salgono insieme le scale, e così da 60 anni. Squadra che vince non si cambia.

 

DINTORNI CHIC

Stanchi di follie da star? Gettatevi nel silenzio, vista mare cristallino. Proprio di fronte a Cannes, a distanza di dieci minuti di traghetto, arrivate fino alle isole Lerins. Volete o no comprare quel meraviglioso vino dei monaci benedettini che si trova solo qui e che porterete a casa raccontando il vostro weekend?

 

ARRIVARE

L’aeroporto più vicino è quello Nizza, i voli diretti sono da Roma con Easyjet (a 150 euro andata e ritorno). L’idea migliore è arrivarci in macchina sulla A7 fino a Ventimiglia e poi proseguendo verso la Francia. Meno di 3 ore e mezzo da Milano.

  • Share on Tumblr
Tag: , ,
Pubblicato in: Dai sei agli undici anni, Dai tre ai sei anni, Destinazioni Europee, Francia, Sopra i dodici anni, Sotto i tre anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo