DSC_0879Sospesa, bianca, a strapiombo sul mare. Pare irreale da lontano, lì dai suoi sessanta metri di roccia scoscesa, sembra una fortezza orientale. Bonifacio è unica, le case unite una alle altre, il porto e la sua marina con il susseguirsi di negozi, ristoranti, caffè. E a me manca. Ora che è fine settembre provate un’estate in ritardo. Salite alla città vecchia, sulla scalinata U Rastillu. Austera e affascinante con le sue viuzze lastricate e la rue Longue con le case di due ospiti illustri della storia: Carlo V e Napoleone, per caso una di fronte all’altra! Allontanatevi per il jogging mattutino fino al faro di Pertusato (ho faticato non poco per raggiungerlo, la salita è fa-ti-co-sissimaaaaaa), a cinque chilometri (tutti in salita, appunto!) dalla città. Vista panoramica straordinaria sulla città, sulle montagne ma anche su Lavezzi e Cavallo, dove hanno una casa gli ex reali d’Italia. E questo è quello che mi manca. Luce colori mare. Il posto è suggestivo , quasi impressionante, soprattutto se il mare è un po’ mosso. Tira sempre vento, il maquis è ovunque e profumatissimo. Concedetevi per un bagno di mare e di sole (sì, anche fuori stagione, fino a novembre si riesce) a Santa Manza, uno dei golfi più affascinanti della zona, acque blu, spiaggia bianca, vento assicurato per kite e wind surfers (anche solo da guardare sono uno spettacolo). Per gli sportivi non perdersi il quad dalla spiaggia di Rondinara o il sub a Lavezzi. Shopping per le donzelle? Corallo, madreperla e sughero. Per lui, d’obbligo l’acquisto di vino locale, la zona è quella di Figari-Pianottoli, il vigneto più a sud dell’isola.   DOVE DORMIRE Al Genovese, nella cittadella, in alto (preparatevi a camminare) tre stelle in una casa rosa, solo quattordici le camere. Charme e romanticismo assicurati a prezzi contenuti. Oppure a U capu biancu, sul Domaine de Pozzoniello, in una bella posizione sul mare, a pochissimi metri dalle stanze. Per chi ama svegliarsi pieds dans l’eau. Oppure concedetevi A Cheda, contemporaneo elegante e di charme. Una vera chicca all’ingresso di Bonifacio. Per sentirsi ed essere veramente glam. Anche in alta stagione i prezzi a persona non superano i 150 euro per le suite.   DOVE MANGIARE Due nomi da non perdere? A Manichella, nella città vecchia, su una bella terrazza panoramica, un ristorantino ideale per un panino veloce o piatti unici. U Ceppu, sul golfo di Santa Manza, rustico quanto il nome fa supporre, da assaggiare le cozze farcite, la zuppa di pesce e le specialità affumicate Se avete voglia di calorie abbondanti anche Kissing Pigs, proprio lungo la marina, vi promette (e mantiene!) padellate abbondanti ai gusti corsi (brocciu e salumi, castagne e carni). QUANTO COSTA Per andare e tornare in traghetto considerate meno di 100 euro, compreso il passaggio auto. A cui aggiungere sui 60 euro a testa per dormire nel centro di Bonifacio. Per l’altissima stagione la Corsica si riempie con grande anticipo, non è pertanto consigliata l’opzione last minute. COME ARRIVARE Da Livorno, Savona, Nizza in meno di mezza giornata sarete sulle spiagge corse. Viaggiate con la vostra macchina a seguito e, sbarcati a Bastia, proseguite per tutta la Corsica (in meno di tre ore sarete piu o meno ovunque, compresa Bonifacio, percorrendo la via principale dell’isola).

  • Share on Tumblr
Tag: , , ,
Pubblicato in: Dai sei agli undici anni, Dai tre ai sei anni, Italia, Le meraviglie del mare e degli abissi, Sopra i dodici anni, Sotto i tre anni, Sport & travel, Vacanze Attive, Viaggi per tutte le età

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo