Questo e’ un post un po’ particolare. Chi mi segue sa che sono un’appassionata di yoga e più volte ne ho parlato su queste pagine.

Tra le mie destinazioni del cuore di certo ai primi posti c’e’ Miami.

Conosco Kino Mac Gregor dal 2016, l’ho intervistata durante un mio viaggio di lavoro a Miami e ho praticato alla sua scuola per oltre due mesi, respirando ogni giorno l’energia dello yoga puro: pratica, intenzione, distacco. Un luogo incredibilmente positivo, dove apprendere e ascoltare e ogni giorno spogliarsi del superfluo per arrivare all’essenza.

Ho sentito Kino anche negli ultimi giorni, quando su Instagram, dove lei ha oltre un milione di follower, ha pubblicato post e storie su una tematica che le sta particolarmente a cuore: una battaglia in nome dello yoga, dell’unione, anche se al costo di andare contro una delle aziende di abbigliamento piu’  cool del mondo dello yoga.

Qui alcune delle news, in modo che ciascuno possa farsi la sua opinione, mi fa piacere dare voce a un’insegnante che stimo:

https://www.elephantjournal.com/2018/03/what-dana-said-about-alo-cody-what-we-as-lawyers-see-as-the-best-outcome-rachel-and-zach-dyer/

https://www.change.org/p/alo-yoga-stand-with-dana-falsetti-against-alo-yoga-slawsuit

https://www.gofundme.com/supportyogis

https://www.elephantjournal.com/2018/03/a-battle-for-the-heart-of-yoga-when-big-companies-try-to-buy-yoga-teachers-and-sometimes-succeed-kino-macgregor/

https://www.elephantjournal.com/2018/03/the-truth-behind-kinos-letter-paul-javid/

https://www.elephantjournal.com/2018/03/dear-alo-kino-macgregor/

https://www.elephantjournal.com/2018/03/from-one-non-famous-instagram-yogini-to-another/

https://youtu.be/yMEs7pZD8so

https://www.elephantjournal.com/2018/03/kino-talks-with-waylon-about-alo-and-dana-the-path-of-yoga-in-an-instagram-culture/

Nella sostanza, ci sono due cause legali, una di Alo e una di Cody (acquisita da Alo), entrambe contro Dana Falsetti, una delle insegnati yoga portavoce di una pratica contro le barriere fisiche (Dana e’  una opinion leader che incoraggia le persone a battersi contro stereotipi sul corpo delle donne). Quando Cody e’ stata acquisita da Alo i video di Cody sono passati ad Alo. Tra questi sia quelli di Dana che quelli di Kino. Dana sin da subito ha esternato su Instagram la propria insofferenza verso Alo. Alo d’altro canto vende abbigliamento in taglie adatte solo a clienti magre e slanciate e quindi secondo Dana incompatibili con la propria immagine. Alo e Cody rispondono all’esternazione denunciando e chiamando in giudizio l’insegnante.  Perche il contenzioso è costoso e richiede tempo, soprattutto se in più stati USA, velocemente Dana finisce i propri risparmi e possibilità economiche di resistere in giudizio.

Riflessione: non sarebbe meglio se Cody, ALO e Dana potessero lavorare su una campagna positiva per l’immagine del corpo o su un marchio di abbigliamento per tutti i tipi di corporatura?

A ognuno la sua opinione, giusto pero’ a mio parere tornare all’essenza, spogliarsi di vincoli e modalità che non riteniamo opportune, anche a costo di una rinuncia ad accordi interessanti economicamente.

Lo yoga e’ ben altro.

  • Share on Tumblr

Leggi anche:

Tag:
Pubblicato in: East coast, Nord America, Sport & travel, Vacanze Attive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo