Immaginate deserti. Estensioni all'infinito. Rocce, deserto, rocce. Il Canyon immenso per chilometri. Poi un incrocio. Verso Page. Qui, in mezzo al nulla un super turistico (ma pulito, grazioso, ottimo junk food e qualche scelta healthy – poche) punto di ristoro: cibo, letto, souvenirs. E i fantastici taco. Pizza bianca fritta. Che qui ti offrono con giganti peperoncini verdi, chili, fagioli. Ma che puoi chiedere anche come accompagnamento. Uniamo questa autentica giulebba trionfo di carboidrati alle quantità che si vedono nei supermercati (il burro più piccolo? In confezioni da 1 chilo. Ma ci sono anche da 5 chili) e comprendi perfettamente perchè la signora del tavolino davanti pesa almeno 150 chili e i bambini del tavolo dietro pesano di più di te incinta (al nono mese, ma loro hanno si e no sei anni). A Cameron poi, oltre a prelibatezze ipercaloriche e souvenirs in quantità industriali, una bellissima vista sul ponte sul Colorado, un motel per i viaggiatori stanchi, un post office da guardare incuriositi e nostalgici del passato. Un albero per arrampicarsi. Che e' sempre divertente.

 

  • Share on Tumblr

Leggi anche:

Pubblicato in: A contatto con la natura, Dai sei agli undici anni, Nord America, Sopra i dodici anni, West Coast

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo