foto

Ebbene sì, pulce uno (che ormai ha raggiunto e superato il metro e ottanta di altezza) ha avuto un ulteriore momento di soddisfazione quando nel weekend appena passato abbiamo potuto finalmente scoprire un’altra delle meraviglie di Gressoney: il rifugio Capriata. Chi legge il suo blog ha già potuto scoprire che dopo qualche anno di stop (chissà poi perchè, faceva intendere il maestro di sci che erano problemi familiari e regionali insieme), con il rifugio pronto ma fermo, è arrivata la tanto attesa svolta: il progetto ecosostenibile tanto anelato è aperto (e chi si chiedeva perchè mai da quelle parti non ci fosse nemmeno una piccola baita sarà accontentato) .


Il rifugio fu disegnato dal noto architetto Carlo Mollino in occasione della X triennale di Milano e prevedeva l’utilizzo di materiali e idee innovative inserite in un piano architettonico ancorato saldamente alle classiche case di montagna, ma non venne mai tramutato in fatti e restò incompiuto per oltre 50 anni.
Con le celebrazioni dell’anniversario della nascita di Carlo Mollino nel 2006, il Dipartimento di Progettazione Architettonica e Disegno Industriale del Politecnico di Torino in collaborazione con l’OAT, con la Comunità Montana Walser e con il Comune di Gressoney Saint-Jean ha voluto ridar vita al progetto, collocando la futura Casa a 2053 metri in cima al comprensorio sciistico del Weissmatten! L’edificio presenta caratteri architettonici veramente innovativi e tecniche che portano a un basso consumo energetico e alla completa auto-sostenibilità. Rialzato dal suolo circostante, è collocato sul Grande Sentiero Walser (o Walserweg in tischt), a pochi passi dalla Sala da The di casa Savoia e dall’arrivo della seggiovia.

Il che significa per tutti: arrivo alla base della seggiovia del Weismatten, sci ai piedi, seggiovia per meno di dieci minuti, e una fumante cioccolata calda prima della lunga pista.

Una scoperta.

  • Share on Tumblr

Leggi anche:

Tag: , ,
Pubblicato in: A contatto con la natura, Dai sei agli undici anni, Dai tre ai sei anni, Italia, Ristoranti per bambini, Sopra i dodici anni, Sotto i tre anni, Sport & travel, Viaggi per tutte le età

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo