C’è una cosa che mi è rimasta impressa della Camargue. Il silenzio, mescolato con il vento. Il colore del tramonto dietro alle saline. Le fortezze e l’isolamento. L’avvicinarsi alla Spagna e il sentirlo. Animali, natura, storia.

Un albergo, poi. Chi mi legge conosce la mia perversione (innocente innocua e forse anche interessante): gli alberghi.

Villa Mazarine, nel centro del paese, sembrava una casa privata. Lo era. Marmellate croissant e spremute fresche, al mattino. Continua qui.

  • Share on Tumblr

Leggi anche:

Pubblicato in: A contatto con la natura, Dai sei agli undici anni, Dai tre ai sei anni, Destinazioni Europee, Francia, Lo sapevi che..., Sopra i dodici anni, Sotto i tre anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo