–   per la montagna prevedo: 1 tuta per la mattina (colazione in albergo), 1 vestito per lo sci, 1 vestito per la cena. Per tre (giorni). Per quattro (noi.)

–   accessori: occhiali da sole, mascherine da sci, sciarpe, guanti, abbigliamento termico, calze da sci.

–  discorso scarpe: una per l’albergo (comoda, possibilmente); una per le passeggiate nella neve (sportiva e pesante, necessariamente)

– in più: costume per centro benessere, piscina, sauna e co.

– beauty e medicine (non mancano mai. Anche perché se no succede come quella volta che appena arrivati aveva 38 e non avevo la tachipirina e lui è dovuto andare a prendermi a 30 km le medicine in farmacia, perché era bassa stagione e le farmacie vicine erano chiuse. No grazie).

Bene. Partiamo. E già mi immagino la valanga di vestiti in camera, al rientro, nella lavatrice.

Segue tragitto.

 

 

  • Share on Tumblr

Leggi anche:

Pubblicato in: A contatto con la natura, Dai sei agli undici anni, Dai tre ai sei anni, Italia, Medicine e trucchi da viaggio per mamme ansiose, Sopra i dodici anni, Sotto i tre anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scegli la tua categoria..
viaggi e cucina con i bambini
sport e viaggi con i bambini
Mamma mi porti? e' distribuito con licenza creative commons (CC-BY-NC) + copyright Cecilia Bernardini de Pace
Tracked by Hobo